giovedì 13 novembre 2014

Lola e Ivana, una vita in viaggio!

Viaggiamo veramente con poco, ma non ci facciamo mancare mai niente. Adoriamo utilizzare couchsurfing e fare autostop. 
Durante questa avventura ci siamo rese conto che tutto è possibile, tutto può cambiare. Il nostro viaggio è imprevedibile, continua a prendere direzioni diverse ogni giorno o quasi. Siamo partite il 23 Luglio 2013 con due zaini pesantissimi, quasi 20 kg ciascuno di vestiti e scarpe mai usate, un volo prenotato per Mosca da Milano e un ostello per la prima notte. Oggi venerdì 14 Novembre 2014 il nostro zaino pesa 10kg circa, il 50% è materiale elettronico, l’altra metà è un cambio pulito e una giacca a vento. Non paghiamo per un alloggio da mesi. L’unica forma di trasporto che utilizziamo a pagamento è l’aereo, altrimenti mettiamo in uso le nostre ormai snelle gambette o tiriamo su il nostro pollicione.
Lola 33 anni di Como era timida e buona, adesso è una chiacchierona in tre lingue e si fa rispettare da tutti, vi consiglio di non cercare di fregarla.
Io, Ivana 37 anni e non sentirli, sempre meno stanca e arrabbiata col mondo. Finalmente mi sento a casa, realizzata ma non arrivata. 
Ottobre 2014 Ovest Sichuan Cina andando verso Ganzi in autostop
Cosa vuol dire viaggiare per più di un anno?
Non lo sapevamo prima di partire e non lo sappiamo nemmeno adesso dopo 16 mesi di pura felicità.
Vi possiamo solo raccontare le nostre sensazioni e sperare di riuscire a coinvolgervi.
Secondo noi è un arte e ognuno ha il suo tocco magico. 
Il nostro qual è?
Ci piace pensare che la nostra storia è ancora pura.  
A fine giornata siamo soddisfatte, piene ma non sature delle meraviglie del mondo.
Semplicemente approfittiamo al massimo di questo periodo cosi sconvolgente della nostra vita per provare di tutto almeno una volta.
Viaggiare è una miscela esplosiva di emozioni, ci rendiamo conto che basta veramente poco per essere sereni con noi stesse. Non è il viaggio che ce l’ha trasmesso bensì abbiamo scoperto di esserlo sempre state, avevamo solo bisogno di un po’ più di chiarezza e lucidità per tirare fuori il nostro meglio.
Oh sì, siamo migliorate e tanto. Abbiamo meno paura, giudichiamo meno, apprezziamo tutto di più e ci godiamo la vita come non mai.
Ci piace comunicare con le persone estranee come se fossero amici di vecchi data, assaggiare piatti dall’aspetto strano e magari anche dal gusto forte con un bel sorriso. I colori ricchi di intensità dell’Asia e delle isole del Pacifico sono straordinari, ci abbagliano ogni volta. Ci sorprendono ancora di più i profumi di queste terre che ormai sono diventati famigliari, riusciamo a riconoscerli anche da lontano in uno dei tanti piccoli viottolini.
Gridare Momo Momo, un piatto tipico del Nepal, squisitissimo e saporitissimo, in mezzo ad una delle strade più trafficate di Pokhara, solo perché sentiamo la vampata del buonissimo odore e quindi ci casca l’occhio su il fumo che sembrava una nuvola bianca sopra il bollitore gigante, è un enorme soddisfazione.
Novembre 2014 MoMo del Nepal e tutto il loro vapore e sapore
Bisogna prendere in considerazione il fatto che la polvere è ovunque, tra macchine, furgoni, bus e moto, non ci permette di vedere al di là del proprio naso.
Agosto 2014: Tuy Hoa girando il Vietnam e facendo autostop su degli scooter!
Viaggiare era una scusante per scappare dalla semplice quotidianità del lavoro, i propri obblighi imposti dalla società e dalla vita di tutti i giorni. Sappiamo che delle volte basta pensare alla prossima partenza che si sta già meglio, succedeva anche a noi quando si timbrava il cartellino dal lunedì al venerdì, adesso viaggiare è diventata una necessità di cui non possiamo farne a meno. Inoltre c’è la voglia immensa ormai di gustarsi il più possibile i momenti unici e soprattutto superare tutti gli ostacoli fisici e mentali che ogni viaggio ti porta a vivere. 
Noi ci siamo alzate dal comodo divano, abbiamo smesso di bere cinque caffe al giorno, saltalo l’aperitivo, abbiamo detto basta ai vestiti di marca e alla Golf. Sapete cosa? I soldi c’erano e siamo partite.
I limiti sono stati fatti per essere superati come i record e i problemi per essere risolti.
Questa è un’esperienza vera, quella che rimarrà per sempre nei nostri cuori e nei nostri ricordi.
Vi possiamo assicurare che quando è giunto il nostro momento lo abbiamo capito e sentito subito.
Un BUM esplosivo ha colpito il nostro corpo, dalla punta dei piedi fino all’ultimo capello, anche quello più fine. Brividi ovunque, un’adrenalina infinita. Ci siamo sentite “shakerate” più di un frullato e sapete un’altra cosa? Queste emozioni sono sempre presenti e finché ci saranno, noi non smetteremo mai di svegliarci da questo sogno incantevole. 
Abbiamo la libertà che ci scorre nelle vene, non dobbiamo pianificare più niente. 
Finalmente prestiamo più attenzione ai dettagli, i quali fanno veramente la differenza.
Le tre domande che ci sentiamo chiedere più spesso sono:
Dove trovate i soldi?
Semplice, usiamo couchsurfing e ogni mese spendiamo sempre meno, scoprendo luoghi affascinanti grazie alle meravigliose persone che incontriamo. Il karma è dalla nostra parte.
Non vi annoiate dei soliti templi?
Assolutamente no, possiamo confermare che dopo 16 mesi rimaniamo sorprese piacevolmente ancora come il primo giorno se non di più di tutti i templi, stupe, Buddha, monasteri vari. Sono tutti diversamente incredibili.
Se non dormite negli ostelli o alberghi, allora dove? 
Siamo fortunate perché alla fine della giornata ogni volta salta fuori qualcosa di fantastico e pazzesco. Ci troviamo in case di sconosciuti che non vedono l’ora di conoscerci e farci un sacco di domande, farci provare il loro piatto tipico o portarci in piazza a ballare.
Settembre 2014 Kunming Cina ballando con la gente del posto
Non riusciamo a smettere o forse non vogliamo più smettere perché è troppo intenso, indescrivibile quello che stiamo vivendo.
Seguite ogni nostro passo, assaggiate con noi tutti i piatti senza nome, conoscete meglio la gente del posto e le loro usanze, fatevi trasportare dalla nostra energia positiva e sognate tutto quello che volete.

La vita è una. Godetevela. 
Meglio sbagliare che avere rimpianti. 
Lola ed io delle volte nei luoghi più remoti e dispersi, circondate solo dalla nostra grande amica natura, nel bel mezzo del niente urliamo al mondo: “Siamo fiere, contente ma soprattutto soddisfatte di quello che ci sta accadendo nella nostra vita”.
Questa storia non è inventata da un libro, non è scritta per ottenere dei like o uno share, è venuta dalle nostre anime di viaggiatrici sincere, umili e curiose.
Ivana e Lola 

Il viaggio è dentro di noi, non ci possiamo fare nulla.

0 commenti :

Posta un commento

 
Design by Wordpress Theme | Bloggerized by Free Blogger Templates | free samples without surveys